…”Try to be larger than you are”…

20150713_095325

I firmly believe in small gestures: pay for their coffee, hold the door for strangers, over tip, smile or try to be kind even when you don’t feel like it, pay compliments, chase the kid’s runaway ball down the sidewalk and throw it back to him, try to be larger than you are— particularly when it’s difficult. People do notice, people appreciate. I appreciate it when it’s done to (for) me. Small gestures can be an effort, or actually go against our grain (“I’m not a big one for paying compliments…”), but the irony is that almost every time you make them, you feel better about yourself.

Jonathan Carroll
Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

“Estate”

CIMG9380

 

 “Estate”

Cicale, sorelle, nel sole
con voi mi nascondo
nel folto dei pioppi
e aspetto le stelle.
Salvatore Quasimodo
Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Ricordo vivo

regata

 

 

Ancora negli occhi tutto quel mare.
Ancora nelle orecchie tutto quel vento.
Ancora nel naso tutto quel sale.

 

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

La prova e la guarigione

Le cose che vanno in pezzi sono una specie di prova e anche una sorta di guarigione,

noi pensiamo che il senso sia superare la prova, o superare il problema, ma la verità è che le cose non si risolvono, tornano ad unirsi e poi rivanno in pezzi.

Poi si riuniscono di nuovo e di nuovo cadono a pezzi.

Funziona così. La guarigione arriva quando si lascia spazio affinchè tutto ciò accada:

spazio per il dolore e per il sollievo,

spazio per la sofferenza e per la gioia.

Alla fine, solo nella misura in cui ci esponiamo ripetutamente, ciò che è indistruttibile in noi può essere trovato.

scogli

Pema Chödrön

Maestro Buddista

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Quando ho cominciato…

tramonto3

Com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri, pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta, anche se quella persona ero io.

Oggi so che questo si chiama “rispetto”.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di desiderare un’altra vita e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda è un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama “maturità”.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto e che tutto quello che succede va bene. Da allora ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama “stare in pace con se stessi”.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di privarmi del mio tempo libero e di concepire progetti grandiosi per il futuro. Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento, ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama “sincerità”.

Leggi tutto “Quando ho cominciato…”

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Filastrocca di Capodanno

2015Filastrocca di Capodanno:
fammi gli auguri per tutto l’anno:
voglio un gennaio col sole d’aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile,
voglio un giorno senza sera,
voglio un mare senza bufera,
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore di pesco,
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.

(G. Rodari)

                                                                              Felice anno nuovo! Buon 2015!!

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

“Let’s talk”…

vento mare

Would you stay and talk to me? Just until this storm has passed, because your voice soothes the waves that have been crashing against my soul, and I’m so tired.

Be here with me, and let’s talk of love, hope, peace, and the joys of tomorrow; it’s so dark and the world is so hurt, but if we talk for a little while, maybe we can bring a little light to where we are.

So, stay with me, and let’s talk until the pounding has stopped, and the world is silent and still again.

T.B. LaBerge
 
CIELO RUBINO
Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Papaveri

“E attraverso i papaveri danzanti

alla mia anima arrivava una brezza

che con tocco soave

la cullava”

John Keats

 

20140524_113258

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Gelsomini

20140508_195021

 

 

 

 

 

 

Il profumo dei gelsomini che ti coglie di sorpresa

è come il suono di una sveglia che ti ridesta dal letargico torpore dell’inverno!

20140508_195010

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS