L’idrovora di Portogruaro (VE)

P7050063

Ci sono tanti ricordi che ognuno porta con sè per tutta la vita. Sembrerà strano, ma ad essere ricordate sono anche le strade, gli incroci, case e palazzi, ma sopratutto i panorami. Mi è capitato di vedere delle foto di quando avevo circa 5 anni, scattate nel giardino di casa dei miei genitori, e tra le sorprese più grandi è stata quella di vedere che, rimettendomi oggi nella stessa posizione, lo sfondo panoramico della foto non corrisponde più allo sfondo che si vede di oggi!!! Confesso che mi ha fatto una strana impressione! Non ce ne accorgiamo ma il paesaggio è in continuo cambiamento ed “evoluzione”. Solo riguardando vecchie foto, ma a dire il vero non ne ho molte di quegli anni (non esistevano le fotocamere digitali), ci si accorge di come sia cambiato nel corso degli anni il paesaggio che ci circonda.

Cambiamenti più repentini, invece, sono quelli dovuti all’azione dell’uomo, in particolare per lavori di demolizione e ricostruzione di strutture. Qualche hanno fa, ad esempio, in eguito all’eliminazione di un incrocio semaforico per l’inserimento di una rotatoria stradale, è stata demolita una postazione di pompaggio d’acqua detta anche IDROVORA. Leggi tutto “L’idrovora di Portogruaro (VE)”

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

Una bottega antica

Per una volta ho scelto un itinerario diverso dal solito e già la nuova strada è stata una sorpresa: si tratta di una via abbastanza centrale, ma un pochino defilata. Questo fa sì che non sia percorsa solo da gente in veloce passaggio, ma anche da persone che vi ci abitano, che si fermano a fare la spesa alle botteghe -non ci sono grossi negozi- e facciano due chiacchiere tra loro e con i negozianti sull’uscio, tra le cassette del pesce e quelle della frutta in bella mostra. E’ una strada un poco in pendenza, che ad un certo punto fa una piccola curva.

Subito dopo, ecco qualcosa che non avevo mai visto: una porticina semiterrata, con un’anta aperta, che,  attraverso qualche gradino, conduce lo sguardo all’interno di una stanzetta minuscola. E’ la bottega di un impagliatore di sedie. Leggi tutto “Una bottega antica”

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS

REPERTO STORICO

Alla casa del piacere. Sora Gemma.

…..durò fino al 20 Settembre 1958 ore 24.00.

La senatrice socialista Lina Merlin pensò bene nel Febbraio del ’58 di fare una legge che aboliva la regolamentazione della prostituzione in Italia.
Furono messe al bando le famose case di tolleranza che avevano deliziato tanti giovanotti di primo pelo e anche di secondo pelo.Spettacolare il tariffario (sotto) proposto dalla Casa del Piacere -SORA GEMMA.

Stampa o Condividi
  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • PDF
  • RSS